Frequently Asked Question


Osmosi inversa



Come funziona?

Nelle case moderne in cui l'acqua arriva con una certa pressione dal sistema idrico comunale, l'acqua scorre in un primo momento attraverso un pre-filtro a carboni che rimuove contaminanti organici, cloro e suoi derivati.
Successivamente entra nella membrana dell'osmosi inversa, questa é un filtro sottilissimo, quasi come un foglio di carta, che permette all'acqua di passare ma respinge le particelle solide disciolte come il sale e le altre impurità come piombo e arsenico.
Una parte dell'acqua che entra nell'unità é usata per pulire la superficie della membrana.
L'acqua purificata é conservata in una piccola tanica fino al momento dell'utilizzo.
La tanica é collegata a un piccolo rubinetto che viene montato solitamente sul lavandio della cucina, quando questo viene aperto l'acqua scorre su spinta da un "polmone" contenuto nella tanica per essere finalmente gustata.

Torna su



E' vero che i filtri ad osmosi inversa sprecano una quantità considerevole di acqua?

Dipende da cosa si intende per spreco.
Un sistema ad O.I. utilizza l'acqua per autopulirsi e sciacquare via le impurità nello stesso modo in cui noi usiamo acqua per lavare i vestiti, i piatti, la macchina o per scaricare l'acqua della toilette.
E' vero che un impianto ad O.I. consuma più acqua di quella che otteniamo effettivamente per il nostro uso alimentare, ma non in quantità tale da pesare sulla bolletta dell'acqua, infatti l'acqua viene utilizzata esclusivamente durante l'operazione di filtraggio, nel momento in cui la tanica di riserva viene riempita l'intero sistema si chiude.
Valutando il consumo medio di acqua per uso alimentare di una famiglia, possiamo dire che l'acqua utilizzata per ripulire la membrana é equivalente a 3 scarichi di toilette al giorno.

Torna su



E' vero che l'osmosi inversa non rimuove il cloro dall'acqua?

La membrana dell'O.I. non rimuove il cloro, non deve farlo!
Per il semplice motivo che se entrasse a contatto con il cloro si deteriorerebbe in brevissimo tempo.
Ecco perchè nei sistemi ad O.I. sono sempre presenti degli efficaci filtri a carboni per fermare a monte questa sostanza nociva.

Torna su



E' vero che i filtri ad osmosi inversa rimuovono dall'acqua minerali che sono essenziali per la salute?

L'O.I. effettivamente rimuove almeno il 95% dei minerali contenuti nell'acqua, ma non si può certo affermare che siano indispensabili per la salute.
La questione dei minerali é probabilmente la più grande controversia in fatto di purificazione di acqua potabile.
Gli esperti di entrambe le parti parlano in maniera convincente.
Il nostro punto di vista, dopo aver letto molto sull'argomento, é che i minerali contenuti nell'acqua (sia in grandi che in piccole quantità) non siano poi così importanti come si può credere.
Di fatto i minerali contenuti nell'acqua sono inorganici e quindi difficilmente utilizzabili dal nostro organismo che in realtà attinge per la quasi totalità del suo fabbisogno dai minerali contenuti nel cibo che sono organici e facilmente assimilabili.

Torna su



I filtri ad osmosi inversa funzionano a corrente?

No, utilizzano esclusivamente la forza della pressione dell'acqua per filtrarla.
L'unico componente del sistema che utilizza corrente é la lampada UV che, come da disposizioni di legge, viene posta prima del rubinetto erogatore per disinfettare ulteriormente l'acqua.
Il consumo elettrico é irrisorio, infatti la lampada si accende soltanto quando il rubinetto é aperto.

Torna su



Perchè l'osmosi inversa é cosi popolare?

Perchè produce un'acqua estremamente gradevole al palato, leggera e pura.
Ha un costo veramente ragionevole.
L'erogazione avviene in maniera automatica senza doversi più preoccupare dell'approvigionamento.
Abbiamo riscontrato che i clienti che hanno acquistato un sistema ad O.I. spesso affermano in maniera spontanea: "Con questo sistema beviamo molta più acqua di quanto eravamo abituati a fare!".

Torna su



Quanto é pura l'acqua ottenuta?

La purezza é determinata da 2 fattori:

  1. La capacità filtrante della membrana (di solito dal 92 al 99,5% delle sostanze disciolte)
  2. Il tipo di sali presenti in soluzione

Ovviamente le membrane trattengono facilmente i componenti con un alto peso molecolare e ioni multivalenti.
Ioni monovalenti come sodio e cloro (Na+ Cl-) non sono trattenuti altrettanto bene.
La quantità di ioni che sfuggono alla membrana dipendono dalla sua capacità filtrante.
Per esempio una membrana con il 95% di capacità filtrante lascerà sfuggire il 5% della concentrazione salina.
Quindi supponendo di avere un'acqua in entrata con un residuo fisso di 200 ppm (parti per milione) otterremo un'acqua con 10 ppm.
Invece con una membrana avente il 99% di trattenimento l'acqua in uscita avrà 2 ppm.
La capacità filtrante delle membrane diminuisce con il passare del tempo e dopo molti anni può arrivare al 90% o meno.

Torna su



E' possibile utilizzare l'osmosi inversa per purificare l'acqua dell'acquario?

L'O.I. non é utilizzabile per filtrare l'acqua dell'acquario perché restituisce un'acqua troppo pura che danneggerebbe la salute dei pesci.
Si può invece utilizzare un'acqua cosi pura considerandola come una base di partenza in cui aggiungere additivi e sali nella quantità ideale per le specie di pesci che deve ospitare.

Torna su



Da dove viene il nome "osmosi inversa"?

In natura la "osmosi" é il processo nel quale l'acqua pura é attratta dall'acqua sporca quando queste sono separate da una membrana semipermeabile.
Applicando una maggiore pressione sull'acqua sporca possiamo "invertire" il processo.
Da qui il nome "osmosi inversa".

Torna su



Cosa sono gli "stadi" in un sistema ad osmosi inversa?

La membrana é il cuore del sistema e ha bisogno di essere protetta.
Per questo esistono i pre-filtri che effettuano una prima pulizia dell'acqua prima che arrivi alla membrana.
Ogni passaggio in cui l'acqua viene filtrata é chiamato stadio:

  • Primo stadio - Filtro in cotone fino a 5 micron
    Per rimuovere residui come sporcizia, sabbia e ruggine.
    Non usiamo filtri a 1 micron perchè abbiamo riscontrato che si otturano molto facilmente e ostacolano l'efficienza del sistema.
  • Secondo stadio - Filtro a carboni
    E' usato per rimuovere il cloro, alcuni metalli pesanti e altri contaminanti.
  • Terzo stadio - La membrana
    Come già menzionato questo é il cuore del sistema che riesce a trattenere il 92-98% di tutte le particelle solide disciolte nell'acqua.
    Per fare questo é di fondamentale importanza la qualità della membrana.

Torna su



L'acqua prodotta dall'osmosi inversa addolcita?

Il processo di purificazione dell'O.I. ferma anche il calcare e produce quindi acqua addolcita.
Bisogna comunque tenere presente che l'acqua particolarmente dura accorcia la durata della membrana, quanto più calcare é presente nell'acqua tanto più corta sarà la vita della membrana.
Per esempio se l'acqua in entrata si aggira intorno ai 30° francesi la nostra membrana potrà essere pienamente efficace per appena 1 anno.
Per questo nei casi estremi é opportuno installare a monte un addolcitore.

Torna su



L'osmosi inversa riduce il PH dell'acqua?

A questa domanda si può rispondere solo dopo aver compreso la relazione di equilibrio tra CO2, HCO3 e CO3.
In un sistema chiuso la quantità di ciascuno di questi componenti varia con il PH.
A livelli bassi di PH la molecola predominante sarà il CO2, con un PH medio sarà maggiore la quantità di HCO3 rispetto agli altri mentre ad alti livelli di PH sarà più rilevante la presenza di CO3.
Poichè le membrane dell'O.I. trattengono gli ioni disciolti mentre lasciano passare i gas disciolti, l'acqua trattata con O.I. conterrà approssimativamente la stessa quantità di CO2 mentre la quantità di HCO3 e CO3 saranno sensibilmente ridotte.
Tutto questo altera l'equilibrio tra questi 3 componenti stimolando una serie di reazioni che stabiliscono un nuovo equilibrio:
CO2 + H2O ==> HCO3+ + H+
Il nuovo equilibrio risulterà sempre con un PH leggermente inferiore in misura proporzionale alla quantità di gas CO2 presente nella fornitura di acqua.
E' comunque dimostrato che per registrare differenze sostanziali di PH le concentrazioni di CO2 devono essere particolarmente alte.

Torna su



Quanto é efficace il filtraggio con l'osmosi inversa in confronto agli altri metodi di purificazione dell'acqua?

L'O.I. é il più efficace e conveniente metodo per la filtrazione dell'acqua.
Esso filtra l'acqua spingendola attraverso una membrana semipermeabile che é tarata a 0,0001 micron.
Questa é la tecnologia utilizzata per fabbricare, soprattutto in America, acqua in bottiglia o per desalinizzare l'acqua del mare trasformandola in acqua potabile.
Gli altri metodi di filtraggio sono molto meno efficaci, infatti le dimensioni dei pori sono molto più grandi, nell'ordine dei 0,5 - 10 micron, possono filtrare quindi solo particelle e sedimenti con dimensioni al di sopra di queste grandezze.
Qualsiasi elemento più sottile non può essere trattenuto.
Il risultato é quindi che l'acqua é meno pulita e sicura di quella ottenuta attraverso l'O.I. .

Torna su



Home     |     Prodotti     |     Osmosi inversa     |     Addolcitore     |     Mappa del sito    |    FAQ     |     Contattaci